martedì 25 novembre 2014

Scacchi960: un buon allenamento

Una descrizione di cosa sono gli scacchi Fischerandom (scacchi960), il regolamento, come generare casualmente la posizione iniziale e dove giocare a Scacchi960.



Il gioco Scacchi960, noto anche come Fischer Random Chess o Fischerandom ("scacchi casuali" di Fischer), è una variante eterodossa del gioco degli scacchi. Il nome deriva dal fatto che sono esattamente 960 le possibili posizioni di partenza della partita. Nota precedentemente con il nome di Shuffle Chess (scacchi mescolati), questa variante degli scacchi fu resa celebre da Bobby Fischer, che la tenne ufficialmente a battesimo il 19 giugno 1996 a Buenos Aires.
Fischer, come universalmente noto, fu uno dei campioni più forti ed innovativi nella storia degli scacchi. A queste caratteristiche univa una personalità vulcanica. Il giocatore americano riteneva che la memorizzazione di un ampio numero di varianti imposta dalla vastità della teoria contemporanea andasse a tutto discapito della creatività e del talento, così si risolse a perfezionare e proporre al mondo scacchistico questa innovazione del millenario gioco.

Regolamento

I pezzi e lo scopo del gioco coincidono con quelli degli scacchi ortodossi. Vengono disposti i pedoni nelle case usuali e gli altri pezzi del bianco a caso, rispettando le seguenti regole:
1. Gli alfieri devono essere uno su casa nera e uno su casa bianca
2. Le torri devono essere una alla destra e una alla sinistra del re

Per iniziare, occorre disporre in maniera casuale i pezzi del Bianco, con alcuni vincoli. E' possibile utilizzare un "mescolatore computerizzato degli scacchi Fischer Random" (Fischer Random Chess Computerized Shuffler), un programma che allestisce una delle 960 disposizioni legali (vedi più avanti). Oppure esistono diversi metodi empirici con dadi o carte per garantire un’estrazione casuale della posizione iniziale. Dopo aver allestito la posizione del Bianco, i pezzi del Nero sono disposti simmetricamente, ad esempio se il bianco ha la torre in a1 il nero avrà la torre in a8.

Alcune regole specifiche riguardo l’arrocco.
La posizione finale del re e della torre, del lato scelto per l'arrocco, deve essere come quella degli scacchi ortodossi. Ad esempio, nel caso dell'arrocco corto, il re finisce in g1 e la torre in f1, qualsiasi siano le posizioni iniziali. Pertanto può essere eseguito in 4 modi differenti, a seconda della disposizione iniziale del re e delle torri:
a) Arrocco a movimento doppio: sono mossi sia il re che la torre (come nell'arrocco degli scacchi ortodossi)
b) Trasposizione: re e torre scambiano posizione
c) Movimento unico del re
d) Movimento unico della torre

Non è possibile arroccare catturando, arroccare quando altri pezzi sono posizionati fra il re e la torre arroccante, arroccare quando si è sotto scacco né arroccare in una posizione che porta ad essere sotto scacco. Inoltre il re non può arroccare attraversando caselle minacciate dall'avversario, né attraversando la torre se questa è sotto minaccia. Non può arroccare un re o una torre che ha mosso (anche se poi è ritornato nella posizione iniziale). Si può arroccare una sola volta durante la partita.

Come generare random la posizione iniziale in una partita a scacchi 960. 

1) Software casuale. Se abbiamo l’accesso a internet, questo è un randomizzatore online, molto semplice ed efficace: http://www.chessgames.com/perl/fischerandom

Altrimenti possiamo servirci di un dado a 6 facce o di 8 carte numerate da 1 a 8.

2) Con un dado a sei facce.
Al primo tiro si decide la posizione dell’alfiere delle case nere: 1=a1, 2=c1, 3=e1, 4=g1, 5 o 6 si ritira.
Al secondo tiro si decide analogamente la posizione dell’alfiere delle case bianche, sempre ritirando in caso di 5 o 6.
Al terzo tiro si decide la posizione della Donna, contando le 6 caselle rimaste libere.
Al quarto tiro, con 5 case rimaste libere, si decide la posizione del primo cavallo, ritirando in caso di 6.
Al quinto tiro, con 4 case rimaste libere, si decide la posizione del secondo cavallo, ritirando in caso di 5 e 6.
Delle tre caselle rimaste, quella centrale è riservata al Re, le altre due alle torri.

3) Con 8 carte numerate.
Mescolate le carte, il rispettivo numero determina posizione dei pezzi, partendo sempre dagli alfieri, poi Donna, cavalli e torri. Solo nel caso le prime due carte indichino due case di colore uguale, la seconda va assegnata alla donna e l’alfiere delle case opposte alla prima viene posto sulla prima estratta. Per facilitare l’estrazione, si possono scrivere in colore diverso i numeri dispari da quelli pari.

Dove giocare a chess960.

E’ possibile giocare “live” a chess960 su diversi server, tra cui FICS e ICC.
Per una partita senza registrazioni necessarie si può provare: http://en.lichess.org
Per partite e tornei turn-based è disponibile il server di www.chess.com.

Occasionalmente, organizziamo tornei di scacchi960 dal vivo al circolo scacchistico Micha di Padova, tipicamente con cadenza lampo o semilampo.



[Alcuni contenuti sono estratti e adattati da  http://it.wikipedia.org/wiki/Scacchi960 e http://en.wikipedia.org/wiki/Chess960] 

Nessun commento:

Posta un commento