venerdì 30 dicembre 2011

GM Suat Atalik commenta la vittoria di Nakamura su Adams


Bel commento del GM Suat Atalik per ICC della partita che garantisce a Hikaru Nakamura il secondo posto al London Classic 2011, dietro Vladimir Kramnik.
Il gambetto di re sembra tornare di moda in alcune partite di vertice...



domenica 20 novembre 2011

Il "piano di Fischer"


La partite dei classici sono sempre un ottimo mezzo per ampliare i propri orizzonti scacchistici, ripercorrendo idee e intuizioni che hanno segnato la storia dello sviluppo degli scacchi.
Recentemente ho rivisto una partita di Fischer in un articolo su chess.com, in cui il mitico GM americano mostra una originalissima manovra che trasforma una tranquilla posizione di centropartita in un attacco violento e sbilanciato.


mercoledì 2 novembre 2011

Ancora su austrian attack


Il GM inglese Nigel Davies è stato fra i primi ad adottare 4... e6 contro l'attacco austriaco. La prima partita è un'altro esempio dell'impianto con a6, mentre la seconda mostra un solido piano di sviluppo con Bd7 e Rae8.

La bella partita Thomas-Hickl è invece un esempio in cui il Bianco, nonostante a6, decide di arroccare lungo.

lunedì 31 ottobre 2011

Difesa moderna contro attacco austriaco secondo Malakhatko


Tre partite del GM ucraino Vadim Malakhatko mostrano come utilizzare la difesa moderna contro l'attacco austriaco. La linea scelta del bianco in queste partite prevede la batteria Be3-Qd2.


Siciliana Kan (1 di 2): 5.Bd3


Una sintesi delle principali idee della siciliana Kan (Paulsen), considerata una delle linee più solide della siciliana. 
In questo post sono trattate le idee su 5.Bd3; le linee con 5.Nc3 sono trattate in un secondo articolo che puoi trovare a questo link.

giovedì 1 settembre 2011

La valutazione del materiale

imgres.jpgLa valutazione di una posizione è fortemente influenzata dall’attività dei pezzi, anzi si potrebbe dire che la valutazione di una posizione non è nient’altro che la valutazione della relativa attività dei pezzi dei due schieramenti. Tuttavia tale valutazione risulta maggiormente corretta se corredata di un preliminare, necessario giudizio sul materiale.
A questo proposito, nei manuali per principianti si insegna la classica attribuzione di valori ai singoli pezzi secondo lo schema 1-3-3-5-9 (pedone, cavallo, alfiere, torre, donna). Una eccezione potrebbe essere citata per il pedone di torre che, potendo catturare in una sola direzione, risulta un pedone “meno valido” degli altri. Le statistiche dei database attribuiscono una diminuzione di valore media del 15% rispetto agli altri pedoni.
Uno studio non molto recente, diciamo di una decina di anni fa, condotto dal GM Larry Kaufman e pubblicato con qualche integrazione anche dal NM Dan Heisman nel suo spazio web Novice Nooks, si è preso la briga di studiare statisticamente i risultati di migliaia di partite per dedurre le valutazioni medie delle differenti tipologie di sbilanciamento materiale. Rileggendolo, mi è parso ancora molto interessante ed attuale (e poi, essendo io uno statistico, ammetto di essere leggermente affascinato da queste metodologie quantitative).
Lo studio è molto ben impostato statisticamente (il metodo, in inglese, può essere letto qui), parte da una selezione di 300.000 partite di giocatori 2300+ e cerca di ridurre al meglio i possibili bias relativi alle numerosità disponibili, all’ELO dei giocatori e ad altri fattori confondenti.

Chess thinking system

Ho mixato un po' di elementi suggeriti da diversi chess coaches per sintetizzare un "thinking system" pratico e generale da utilizzare in una partita di scacchi.
Da provare, provare, provare...

sabato 14 maggio 2011

Le 10 più belle lette su twitter...


  • "Riconosci un pisano quando gioca a scacchi perchè usa la torre a posto dell'alfiere" (Baku)
  • "Sono così vegetariano che il cavallo non lo mangio neanche a scacchi" (_ourlastsong)
  • "True love is like a man playing chess, always afraid of losing his queen. -Søren Kierkegaard" (ihatequotes)
  • "Gli scacchi sono il più cospicuo spreco di intelligenza umana che si possa riscontrare al di fuori di un'agenzia di pubblicità."(dbatrade)
  • "A computer once beat me at chess, but it was no match for me at kick boxing"
  • "Dating, like chess, requires thinking ahead. One wrong move & you're mated!" (RickWarren)


[continua...]

mercoledì 2 marzo 2011

Lottare fino alla fine

In una partita abbastanza famosa, Miles-Nedobora (Siviglia 1994), è ovvio che il Bianco stia ormai inesorabilmente perdendo. 
E’ sotto di un pezzo e il suo re è molto esposto. 


Il Nero minaccia matto con Rxe4 seguita da Rxh4++ che produce uno scaccodoppio (eheh!) con torre e donna.

Il Bianco ha torri e donna attive ma fa fatica a trovare un controgioco poiché la sua regina è legata alla difesa del cavallo e dello scacco in e4.

Se il bianco non avesse perserverato nella sua ricerca di una soluzione avrebbe potuto direttamente abbandonare.

Quale continuazione pensate abbia dato a Miles la forza di continuare a combattere? 
Mossa al bianco.

La soluzione è qui sotto...